[audio] Damiano, il Diario e Daria (capitolo uno)

Pubblicato in Amore, Audio, Racconti, Umorismo, Video | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

[audio] Come trovare l’anima gemella

Pubblicato in Audio, Riflessioni, Video | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

VR Box experiment #1

experiment_VRBOX_riflettosamenteI don’t know if other people had this idea, I want to try to send this image under, so people tell me please if existing yet an experiment like this. I want to dimostrate that the brain is not our “me” (ER)

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato | Lascia un commento

Piscina

nuoto.jpg Fede e religione. Superstizione o reale movimento dell’animo umano? Parlando della fede cristiana, certe persone ricevono le stigmati, le ferite della passione di Gesù. “Forse”, si chiede Elvirio, “perchè sono persone che si immedesimano così fortemente nella figura di questo personaggio religioso che la loro mente riesce perfino a modificare il loro corpo”. Certo, la mente dell’uomo è molto potente, eppure Elvirio si stupisce di questa scelta. Gesù in fondo, ha fatto tante belle cose ed i Vangeli offrono sempre spunti di riflessione.  Elvirio ci pensa un pò su e poi ragiona sul fatto che se lui dovesse fare una scelta, probabilmente si immedesimerebbe col Gesù che ha camminato sulle acque. In questa maniera, correndo anzichè nuotando, potrebbe far vincere facilmente all’Italia tutti gli ori alle prossime olimpiadi di nuoto.
Pubblicato in Umorismo | Contrassegnato , , , , , | 8 commenti

Sabbia

castello-sabbia.jpg Agnese cucinava, assorta nei suoi pensieri, pensava al concetto di solidità. Ragionava sul fatto che, ad esempio, l’illuminazione è come una montagna, solida, da scalare. Si cammina e si cammina con lo sguardo verso l’alto immaginandosi di salire e che tutti gli altri, persone, amici, conoscenti, fossero sempre più lontani, più sotto di sè.  Ma si chiedeva se una volta arrivati alla cima, non ci si accorgesse in realtà che quella montagna non fosse solida, bensì fatta di sabbia, e cioè che ad ogni passo la sabbia scivolasse verso il basso, cosicchè alla fine ci si ritrovasse tutti assieme in una grande pianura gialla. Insomma un enorme sforzo inutile! Ecco perchè le piaceva pensare che siamo già tutti illuminati, e se solo ci avesse riflettuto un pò prima, non si sarebbe dovuta rammaricare del fatto che la pasta che aveva a bollire fosse diventata così scotta che ora era un unico blocco solido immangiabile. Fu così che Agnese comprese che quando si fà una cosa è sempre meglio concentrasi su quell’unica e non su due, da ciò il termine zen “butsudo”, soprattutto se una di queste due è scrivere sulla lavagna  bianca riscrivibile del suo ufficio con un pennarello indelebile la frase “il mio capo è un antipatico rompipalle”, ma questa è un’altra storia…
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , | 6 commenti

Happiness

happiness.jpg Non solo essere felici non è un male, ma potresti addirittura rischiare di far stare meglio le persone attorno a te.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | 2 commenti

Aperitivo

688512.jpg Amanda ha deciso che è stanca, che è sempre in ritardo e da oggi che è anche a dieta. Finalmente arriva, trafelata, verso le nove di sera a casa del suo ragazzo, non nascondendo la fatica della giornata. Ernesto, che sono un paio d’ore che l’attende per cenare assieme, stava terminando di scrivere qualcosa alla sua macchina da scrivere ed era un pò in ansia per il ritardo di Amanda e un pò affamato. Si alza, trangugia l’ultimo sorso del suo martini bianco e la raggiunge in cucina, la ossera incuriosito ed anche un pò ammiccante. “Sei incredibile…” dice sorridendole a bassa voce nell’orecchio. “Oh amore! Grazie! Sei così carino, pensavo anch’io che oggi non sarei mai riuscita ad arrivare, ma ora sono qui con te e sono felicissima!” le sorride Amanda di rimando, piegando un pò di lato la testa e pucciando un biscotto dentro una tazza di latte. “Si, che tu ti stia facendo l’aperitivo con latte e biscotti è davvero incredibile!”
Pubblicato in Umorismo | Contrassegnato , , , , | 1 commento

Piove

pioggia7xr.jpg Gregg Braden dice e scrive nelle sue ricerche, che la realtà non è esterna e scollegata da noi bensì che siamo noi a creare la realtà che ci circonda, con la nostra volontà, conscia o inconscia che sia. Penso che ciò che dice Gregg Braden sia completamente falso! E’ un pò come dire che quando lavoro dovendo fare i turni di notte standomene otto ore in ufficio, e fà freddo perchè è inverno, e di giorno piove ed è buio, bhè… finisce che non esco nemmeno di casa, perchè la cosa, capite, mi deprime moltissimo. Quindi non è vero che è la realtà esterna che si è trasformata a causa dei miei pensieri negativi, è che io mi sono trasformato davvero in una piastrella della mia cucina.
Pubblicato in Umorismo | Contrassegnato , , , | 1 commento

Cucchiaio

994128697.jpgRecenti scoperte della fisica quantistica hanno dimostrato che, presa una particella e fatta passare per un foro, questa passa attraverso il foro. Fatta passare attraverso due fori, la stessa passa in entrambe le fessure. Come fà la particella a sapere che ci sono due fessure anzichè una? Da qui il dubbio che la materia sia cosciente, prevedendo in anticipo il test. Ermione riflette su ciò, mentre stà ultimando di lavare le posate nel lavabo. Forse ha trovato la spiegazione al perchè i cucchiai finiscono sempre per il trovarsi direttamente sotto il getto dell’acqua, facendo schizzi per tutta la cucina.
Pubblicato in Umorismo | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Sherpa

1494287468.jpg Eustorgio si confida con un amico in merito a certe questioni del cuore, ovvero a come si riesca a capire se il sentimento per la persona amata sia captativo piuttosto che oblativo. Eustorgio credendo che il suo fosse più captativo che oblativo un giorno decise di portare la sua innamorata a fare un’escursione sull’Everest. La compagna accettò di buon grado ed Eustorgio ne fu molto contento, lei dimostrò di seguirlo “in capo al mondo”. “Ecco ora sei soddisfatto?” gli chiede l’amico. “Guarda non sò se sono soddisfatto, però almeno ho finalmente capito cosa significa amore oblativo”. “Scusa puoi spiegarlo anche a me?”. “Vedi, durante il viaggio lei si è innamorata di una delle nostre guide, uno sherpa nepalese molto gentile e si sono spostati. Ora io sò che lei è felice, quindi se io l’avessi amata oblativamente ora sarei gioioso, anzichè essere tristissimo…”. “Eh, come ti capisco Eustorgio! Non si finisce mai di imparare, l’italiano è una lingua molto difficile!”.
Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , | 2 commenti